• Credits: https://www.needpix.com/photo/497084/lecce-puglia-italia-antique-architecture-amphitheater-free-pictures-free-photos-free-images
prev next
TPL_IN

L’APE social è un’indennità a carico dello Stato, così come descritto nell’art.1, commi da 179 a 186, della legge di bilancio 2017, erogata dall’INPS ai lavoratori che abbiano compiuto almeno 63 anni di età e che non siano già titolari di pensione diretta in Italia o all’estero.
È una misura sperimentale, in vigore dal 1° maggio 2017 al 31 dicembre 2018, soggetta a limiti di spesa.

Visualizza il documento

TPL_IN

Si porta a conoscenza che l’INPS ha pubblicato il Bando Pubblico Progetto Home Care Premium Assistenza Domiciliare rivolto ai dipendenti e pensionati pubblici, ossia agli utenti della gestione dipendenti pubblici, nonché per i loro coniugi e i parenti e affini di primo grado in condizione di non autosufficienza.

Il programma si concretizza nell’erogazione da parte dell’INPS di contributi economici mensili, in favore di soggetti non autosufficienti, maggiori d’età o minori, che siano disabili e che si trovino in condizione di non autosufficienza per il rimborso di spese sostenute per l’assunzione di un assistente familiare.

La procedura per l’acquisizione della domanda, attiva dal 1 marzo 2017, terminerà entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 30 marzo 2017.

La graduatoria verrà stilata con punteggi determinati dall’incrocio fra la gravità/classificazione della disabilità e il valore dell’Isee e comprenderà 30mila fruitori delle prestazioni a livello nazionale. Si rende noto, inoltre, che a partire dal mese di maggio 2017 verrà mensilmente aggiornata, si tratta quindi di un bando aperto, al quale sarà possibile accedere anche nei prossimi mesi.

Si informa altresì che al bando ha aderito anche l'Ambito Territoriale Sociale n.5 Trani-Bisceglie.

visualizza il bando

  visualizza il comunicato stampa dell'Ambito Territoriale n.5 Trani-Bisceglie

 

TPL_IN

LETTERA APERTA A TITO BOERI SULLA BANALITA' DEL MALE.

Conclusioni sul pensiero del presidente dell'Inps: "Se riusciamo a ridurre le pensioni, gli istituti di previdenza risparmieranno non solo sulla quantità degli importi, ma anche sul protrarsi nel tempo delle erogazioni, perché i beneficiari moriranno prima".

"Lei evidentemente, nonostante i suoi titoli accademici, non conosce né sensibilità, né umanità".

 

di Salvatore Rotondo

 

  visualizza la lettera

TPL_IN

Raccorta di articoli pubblicati dal 17 al 21/02/2016 sul convegno "Riforma e vertenza previdenziale: che fare?", tenutosi a Bari il 18/02/2016

Visualizza il contenuto

Vai all'Evento

Campagna contro il gioco d'azzardo